οδός

il blog

dei liberi pensatori

politica e società

Articoli e considerazioni del nostro politologo Biagio Mannino su argomenti di attualità.

che cosa è e come funziona

di Carmen Palazzolo

Uno degli argomenti all'ordine del giorno da mesi in Italia è il reddito di cittadinanza ma, come spesso accade in questi casi, se ne parla scrive e discute dando per scontata la conoscenza dell'argomento, cosa quasi mai vera, almeno per quanto mi riguarda, e quindi cerco di saperne di più e ricorro ad internet dove, sul sito www.guidafico.it, trovo delle informazioni che mi sembrano esurienti e da cui traggo liberamente quanto segue:

Lettera aperta dell'Ordine dei Giornalisti Regionali

 “L’incondizionata libertà di stampa non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo”: parola di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica.

È tornata di attualità la proposta di abolire l’Ordine dei giornalisti. Facendo nostre le affermazioni del Capo dello Stato e in sintonia con gli argomenti espressi dal presidente dell’Ordine Nazionale Carlo Verna, i presidenti e i vice presidenti degli Ordini regionali dei giornalisti ribadiscono le ragioni ed i valori che hanno portato il Parlamento ad istituire l’Ordine dei giornalisti, in applicazione di un principio che trova fondamento nella nostra Costituzione. Cosa è in gioco? Non la difesa di un organismo corporativo. Ma innanzitutto il diritto dei cittadini ad essere correttamente informati. Difendiamo la necessità di un soggetto pubblico chiamato a tutelare i principi deontologici e a vigilare sul rispetto delle regole per garantire una informazione veritiera e di qualità. Non può esistere libertà di stampa senza responsabilità di stampa.

di Carlo Cremonesi

Non altro problema sembra oggi preoccupare realmente l'Italia se non quello della migrazione. Nella generale convinzione è una vera invasione che, peraltro, ha una sola origine: l'Africa! Ora, a parte la concreta dimensione del fenomeno, ch'è argomento a sé, a livello sociale si registra, di fatto, un uniforme argomentare intorno ad esso. Disinteresse per la condizione di questa massa di diseredati che approdano sulle nostre coste, senza nulla possedere se non quello che indossano. Noncuranza per le storie di questi uomini in fuga da miseria, guerre, persecuzioni, a reale rischio della propria vita. Disconoscenza della storia o, almeno, della realtà attuale dell'Africa. Da qui, nasce la paura per il nero straniero africano. Eppure, l'Africa è un continente lontano una spanna dall'Italia, è meta di turismo di ogni bandiera, è storicamente legato all'occidente, pur tuttavia l'interesse a saperne di più non è pari a quello riservato, ad esempio, per gli Stati europei o per l'America o, magari, per l'Asia.

di Giorgio Ledovini

L'articolo di Biagio Mannino tratteggia, a mio parere bene, il problema delle migrazioni da un punto di vista generale, anche se non ne evidenzia tutte le cause e gli aspetti geo-politici. Aggiungerei, ad esempio, che l'Africa è stata in passato è lo è tuttora pesantemente sfruttata da paesi europei ex colonialisti, con pochissimi aiuti di miglioramento politico/sociale/economico di quelle popolazioni.Oggi inoltre sta ponendo pesantemente la propria influenza sull'Africa anche la Cina. Un esempio su questo sfruttamento: il coltan, materiale raro che viene largamente utilizzato nei nostri telefonini, tablets ecc., viene scavato nelle miniere del Congo orientale con l'aiuto anche di bambini di 8-10 anni che sono costretti a lavorare 10-12 ore al giorno, in condizioni disumane, senza diritti né contratti, né regole di alcun genere.

di Biagio Mannino

Migrare è una caratteristica del genere umano. La storia, però, ci insegna come questo fenomeno sia stato, ed è, ricco di difficoltà e di ogni sorta di problema. Le cause delle migrazioni sono svariate: povertà, siccità, fuga da guerre e persecuzioni, costrizione a lasciare le proprie terre come effetto di particolari decisioni politiche, ma anche conseguenze legate ad accadimenti come terremoti, come cambiamenti climatici, ed anche perché, in determinate aree, c’è richiesta di risorse umane.

di Marco Tessarolo

 Nello scorso numero della "Nuova Voce Giuliana" eravamo intervenuti sulla proposta di bilancio dell'Unione Europea per il periodo 2021-2027 sottolineandone le caratteristiche di novità ed i riflessi che potrebbero derivarne per l'Italia.

Alla fine dello scorso mese di maggio c'è stata la presentazione di una prima ipotesi di lavoro da parte del Vice presidente della Commissione Europea, Katainen, e del Commissario per la Politica regionale, Cretu: in estrema sintesi la bozza di bilancio sposta dall'est al sud Europa la concentrazione delle risorse tanto che, pur riducendo del 5% la quota destinata ai Fondi di Coesione, l'Italia dovrebbe guadagnarci...

(di Biagio Mannino)

Sono passati solo pochi giorni dalla conclusione dei Mondiali di calcio che hanno visto, a Mosca, il successo della Francia contro la Croazia. Uno spettacolo planetario, un evento che ha portato di fronte agli schermi televisivi appassionati e non solo da ogni angolo del mondo.

(di Biagio Mannino) articolo tratto da Il Vento di Nord Est - www.ventodinordest.wordpress.com .

In India, non si sposa l’uomo che si ama ma si ama l’uomo che si sposa”. Con queste parole, Laila Wadia, riassume una realtà, un intricato immenso insieme, una società dalle infinite caratteristiche che, assieme ad un’umanità variegata e così molteplice, rende impossibile il solo tentativo di riuscire a comprenderla, neppure in minima parte. Quel pianeta si chiama India.

un servizio pubblico e gratuito in ambito del processo stragiudiziale  

di Patrizia Lucchi Vedaldi

COS’ E' LA DIFESA CIVICA TERRITORIALE 

La difesa civica è un istituto a garanzia dell’imparzialità e del buon andamento della pubblica amministrazione che, svolto in assoluta indipendenza, interviene per  segnalare abusi, disfunzioni, carenze e ritardi dell’amministrazione nei confronti del cittadino. In base alle leggi nazionali, può essere attivato solo da Province o da Città metropolitane. Per poter erogare il servizio i Comuni interessati devono obbligatoriamente convenzionarsi con questi Enti, che tuttavia sempre meno lo garantiscono, impedendo, in questo modo, anche ai Comuni di potersene dotare.

Scarica l'articolo completo in formato pdf

 

Il 20 febbraio 2018 Biagio Mannino, politologo giornalista e bloger, ha presentato all'Associazione delle Comunità Istriane di Trieste i risultati dello studio, effettuato fra 200 studenti di tre scuole d'istruzione secondaria della città. Scopo dello studio era indagare fra i giovani di 17 / 21 anni - età prescelta perché vicina al compimento della maggiore età - attraverso un questionario a risposte chiuse e aperte, se e che cosa è rimasto dell'identità istriana, dopo due generazioni dall'esodo.

chi cerca trova

cerca un articolo o una citazione usando una o più parole chiave.

newsletter

Comunicaci qui il Tuo indirizzo e-mail: Ti avviseremo dell'uscita di ogni novità su questo blog. Potrai comunque cancellare il Tuo nominativo in qualunque momento.

procedi

  • 1

Ti informiamo che questo sito utilizza dei cookies necessari al suo corretto funzionamento.  Con riferimento al provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie – 8 maggio 2014" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), si descrivono in maniera specifica e analitica le caratteristiche e le finalità dei cookie installati su questo sito indicando anche le modalità per selezionare/deselezionare i singoli cookie.