οδός

il blog

dei liberi pensatori

cronache

Come dice il titolo, riportiamo quello che ci colpisce nel variegato mondo in cui viviamo.

 di Anna Piccioni

Il giorno 29 settembre nella Biblioteca Comunale di Monfalcone si è tenuta una tavola rotonda sul tema “Il coraggio di leggere”, uno degli appuntamenti inserito nella quinta edizione di Book in the city (piccola, ma grande maratona di tre giorni dedicata alla cultura che si snoda per i rioni della città con letture riflessioni, dibattiti)

Dopo i saluti delle autorità si sono succeduti i relatori: Mauro Piani (Presidente sistema bibliotecario BiblioGO), Romano Montroni (Presidente del Cepell, istituto autonomo del Ministero dei Beni culturali), Elisa Callegari (Presidente Aib FVG), Loredana Pilati (Direttrice Biblioteca Civica “Giovanni Arpino”, comune di Nichelino -TO), Livio Vianello (operatore culturale e lettore). Luigi Cirelli (responsabile del Multiplo Centro Cultura di Cavriago (RE), coordinatore Mauro Daltin (Direttore Artistico de “La notte dei lettori”, direttore editoriale di Bottega Errante Edizioni).

di Carmen Palazzolo

È dai primi giorni di settembre (2018) che, quasi quotidiannamente, sul quotidiano Il Piccolo di Trieste si scrive della situazione all'Università Popolare di Trieste. Ne scrive, in particolare, in diversi articoli dello stesso mese la giornalista Laura Tonero.

Si scrive di un disavanzo di oltre 700.000 mila euro scoperto dai revisori dei conti, che hanno chiesto oerciò il commissariamento dell'Ente e inviato la documentazione a corredo della richiesta alle autorità competenti. Il provvedimento sembra però in alto mare, anzi si discute se si debba ricorrere al commissariamento o a un consiglio di amministrazione "di garanzia". Nel frattempo la presidente, prof.ssa Cristina Benussi, ha rassegnato le dimissioni come altri membri dei vertici della struttura quali Roberto Fermo, Renzo Grigolon, Diana De Petris De Rosa, Micaela Silva Drioli.

al XIV Festival Internazionale della Storia di Gorizia
di Marco Tessarolo

 In occasione dell'edizione 2018 della manifestazione "èStoria", che ha scelto quale tema guida "Migrazioni", l'Associazione delle Comunità Istriane di Trieste ha organizzato un incontro, domenica 20 maggio, a Gorizia, presso la sede staccata dell'Università di Udine, sul tema "Migrazioni forzate ed identita' " .

Sono intervenuti al dibattito: la dott.ssa Antonella Pocecco, sociologa, ricercatrice presso l'Università di Udine, di famiglia di esuli; il dott. Ezio Giuricin, giornalista di TV Capodistria, ricercatore presso il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno, di origine istriana; il dott. Biagio Mannino, politologo internazionalista e giornalista presso Radio Nuova Trieste, di madre polesana.
Il dibattito è stato coordinato dal dott. Giorgio Tessarolo, dirigente della suddetta Associazione.

Il nostro blog era presente al XIV Festival Internazionle della Storia di Gorizia, dal 14 al 20 maggio 2018, nell'ambito del tema “MIGRAZIONI”, proposto quest'anno dagli organizzatori. Noi abbiamo pensato a come

LEGGERE IL PRESENTE DALLE MIGRAZIONI DEL PASSATO.

Ne hanno parlato, col coordinamento di Anna Piccioni, gli storici Diego Redivo e Silva Bon per quanto riguarda, rispettivamente, le migrazioni nel 900 e quelle degli Ebrei nel periodo 1933 / 1938, con particolare riguardo al loro passaggio per il porto di Trieste, mentre il politologo Biagio Mannino ha analizzatto l'atteggiamento dei discendenti degli esuli giuliano-dalmati, che furono, anch'essi, degli esuli forzati.

l'articolo sull'alcolismo mi ha richiamato alla memoria la mia esperienza.

Ad anni di distanza penso ad essa da molti punti di vista. Innanzitutto a quanto il problema sia insidioso; alla fatica che feci a prenderne consapevolezza nonostante la presenza di segnali fin dall'inizio del mio rapporto con questa persona che, dopo cinque anni di fidanzamento, divenne mio marito. E i segnali erano la presenza di un fiasco di vino sempre sulla tavola della sua famiglia; il fatto che quando veniva a trovarmi alla sera dopo cena e gli veniva messa davanti una bottiglia con un litro di vino, alla fine della serata era vuota; il fatto che ovunque andassimo, la sua prima preoccupazione era andare a comperare il vino; il fatto che ne beveva, come calcolai quando il problema divenne eclatante, circa due litri al giorno in casa probabilmente in aggiunta ad altri alcolici in aperitivi o altro durante la giornata.

... aperta all'ACCADEMIA DEI LINCEI da cinque donne.

L'Accademia dei Lincei, fondata nel 1603 da Federico Cesi, che è la più antica accademia scientifica del mondo e la massima istituzione culturale italiana, ha organizzato una serie di conferenze tenute da cinque donne insigni.

Quattro di esse sono scienziate: le italiane Fabiola Gianotti, ed Elena Cattaneo, la francese Emmanuelle Marie Charpentier e l'indiana Bina Agarwal; una, la norvegese Berit Reiss-Andersen, politica e avvocato. Ne offriamo la presentazizone ai nostri lettori convinti - assieme al presidente dell'Accademia dei Lincei Alberto Quadrio Curzio - che in futuro il contributo delle donne diverrà sempre più importante superando ostacoli e vicoli che hanno penalizzato scienza, sviluppo e pace.

Si svolge, fra il 16 e il 20 aprile 2018 a Trieste la campagna della prevenzione alcologica promossa da Ministero della Salute, Azienda sanitaria di Trieste, Osservatorio Nazionale Alcol CNESPS, Società Italiana Alcologia, Società Italiana Alcolisti in Trattamento e altri.

Il programma prevede una serie di eventi che vanno dalla mostra di fotografie di Christian Milotich in Palazzo Costanzi agli incontri con lo psicanalista Aldo Becce e gli operatori della Struttura per le Dipendenze Legali e a quello dedicato alla condivisione delle esperienze nelle Associazioni di volontariato, alla presentazione del volume "Ad alto grado" sulle esperienze dei familiari oltre alla proiezione di un filmato, in collaborazione con la "Mediateca Cappella Underground".

Ma che cosa è l'acolismo?

Martedì, 28 novembre 2017, a Gorizia, si è svolto l' interessantissimo evento: L'Europa che vogliamo. Il libro bianco sul futuro dell'Europa: quali impatti avranno i futuri scenari sulle politiche transfrontaliere?

L’appuntamento - che ha segnato l’avvio di azioni pilota per la collaborazione transfrontaliera - si è articolato in un momento di riflessione sugli impatti che le politiche transfrontaliere potranno avere sul futuro dell’Europa e uno di presentazione dei progetti pilota di investimento territoriale integrato «Parco transfrontaliero Isonzo-Soca» e «Salute-Zdravstvo – Costruzione di un network di servizi sanitari transfrontalieri.

Le classi 1B e 3B della Scuola Secondaria "Dante Alighieri" presentano "Olivo della Pase: la storia di Capodistria, città istriana, raccontata a tutti": un'iniziativa della Prof. Chiara Vigini.

Apri il VIDEO

 

Il Tavolo di coordinamento Esuli-Governo dello scorso 29 marzo ha già avuto un primo seguito: nel pomeriggio di oggi, venerdì 7 aprile [2017], il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Angelino Alfano, ha incontrato

chi cerca trova

cerca un articolo o una citazione usando una o più parole chiave.

newsletter

Comunicaci qui il Tuo indirizzo e-mail: Ti avviseremo dell'uscita di ogni novità su questo blog. Potrai comunque cancellare il Tuo nominativo in qualunque momento.

procedi

  • 1

Ti informiamo che questo sito utilizza dei cookies necessari al suo corretto funzionamento.  Con riferimento al provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie – 8 maggio 2014" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), si descrivono in maniera specifica e analitica le caratteristiche e le finalità dei cookie installati su questo sito indicando anche le modalità per selezionare/deselezionare i singoli cookie.